BIOGRAFIA

ALBERTO CAPRIOLI, FOTO GIOVANNI BORTOLANI

 

NATO NEL 1956 A BOLOGNA, COMPIE GLI STUDI DI COMPOSIZIONE A PARMA CON CAMILLO TOGNI, GLI STUDI DI DIREZIONE D’ORCHESTRA A VIENNA CON OTMAR SUITNER E QUELLI LETTERARI ALL’UNIVERSITÀ DI BOLOGNA CON EZIO RAIMONDI.
FONDAMENTALE PER LA SUA FORMAZIONE È L’OPERA DI BRUNO MADERNA E DI LUIGI NONO. ALL’ACCADEMIA DI VIENNA, TRA IL 1979 E IL 1983, SI DEDICA ALLO STUDIO DEL REPERTORIO VIENNESE CON KARL HEINZ FÜSSL E FRIEDRICH CERHA. DAL 1985 AL 1987 FREQUENTA LA CLASSE DI COMPOSIZIONE DI BOGUSŁAW SCHAEFFER AL MOZARTEUM DI SALISBURGO. DECISIVI PER L’APPROFONDIMENTO ESTETICO E LA VISIONE MULTIDISCIPLINARE SONO GLI STUDI CON TITO GOTTI, UMBERTO ECO E CARLO GINZBURG E LA FREQUENTAZIONE DI GIOVANNI MORELLI.
LE SUE PRIME OPERE CAMERISTICHE VENGONO ESEGUITE NELLO STUDIO SALISBURGHESE DELLA RADIO ORF TRA IL 1983 E IL 1987. NEGLI ANNI SUCCESSIVI REALIZZA DUE COMPOSIZIONI PER STRUMENTO E COMPUTER MUSIC AL CSC DELL’UNIVERSITÀ DI PADOVA E PARTECIPA A UN SEMINARIO DI FRANCO DONATONI IN FRANCIA. NEL 1987 OTTIENE UNA MENZIONE D’ONORE AL CONCORSO INTERNAZIONALE DI COMPOSIZIONE DI AVIGNONE. A MONACO DI BAVIERA ESCE IL CD MONOGRAFICO “ALBERTO CAPRIOLI – MUSICA DA CAMERA” E RICEVE UNA COMMISSIONE DALL’EUROPÄISCHES MUSIKFEST (DUE NOTTURNI D’OBLIO, PER VIOLA D’AMORE E NOVE STRUMENTI), CHE DIRIGE A STOCCARDA NEL 1988.
NEL 1989 IL FESTIVAL ASPEKTE DI SALISBURGO GLI DEDICA UN RITRATTO DI COMPOSITORE E IL SÜDDEUTSCHER RUNDFUNK GLI COMMISSIONA UN BRANO SINFONICO-CORALE PER L’EDIZIONE 1991 DELL’EUROPÄISCHES MUSIKFEST (SETTE FRAMMENTI DAL KYRIE PER DINO CAMPANA). A PERUGIA, NEL 1992, È TRA I COMPOSITORI INVITATI A COLLABORARE CON JOHN CAGE E HEINZ KLAUS METGER ALLA STORICA ESECUZIONE DI MUSIC WALK. IL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA GLI COMMISSIONA UNA COMPOSIZIONE CAMERISTICA (VOR DEM SINGENDEN ODEM, ALLA MEMORIA DI LUIGI NONO) CHE VERRÀ ESEGUITA IN VARIE SEDI EUROPEE E REGISTRATA DA VARIE EMITTENTI RADIOFONICHE (ENTRAMBE LE ESECUZIONI DELL’OENM DI SALISBURGO A MILANO MUSICA E DELL’EX NOVO ENSEMBLE AL TEATRO LA FENICE DI VENEZIA VERRANNO TRASMESSE DALLA RAI NEL 2008 E NEL 2009).
DAL 1991 L’ENSEMBLE KLANGFORUM WIEN ESEGUE SUE COMPOSIZIONI AL WIENER KONZERTHAUS. HA INIZIO LA COLLABORAZIONE COME DIRETTORE OSPITE CON L’OENM DI SALISBURGO, CON IL QUALE PRESENTA MUSICHE DI AUTORI ITALIANI, TRA CUI PRIME ESECUZIONI IN AUSTRIA DI FEDERICO INCARDONA, GILBERTO CAPPELLI, ADRIANO GUARNIERI E SALVATORE SCIARRINO. NEL 1994 COMPONE UN MELOLOGO SU TESTO DI MARCELLO FOIS (L’ASCESA DEGLI ANGELI RIBELLI) CHE VIENE RAPPRESENTATO AL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA DA VALERIA MORICONI. UNA SUA INTERVISTA A PIERRE BOULEZ SUI RAPPORTI TRA MUSICA E LETTERATURA APPARE SULLA RIVISTA MUSICA/REALTÀ NEL 1997.
NEL 1998, IN OCCASIONE DELLE MANIFESTAZIONI PER IL BICENTENARIO LEOPARDIANO, LA FONDAZIONE ARTURO TOSCANINI GLI COMMISSIONA UN BRANO PER VOCE RECITANTE E GRANDE ORCHESTRA (CANTO), CHE DIRIGE CON ALTRE OPERE PRIME AL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA E AL TEATRO FARNESE DI PARMA ALLA GUIDA DELL’ORCHESTRA SINFONICA ARTURO TOSCANINI. DEL 1999 È LA PRIMA DI SYMPHONIAE I-III PER VIOLINO SOLO AL FESTIVAL AUTUNNO DI VARSAVIA. NEGLI ANNI SUCCESSIVI DIRIGE VARIE OPERE DEL REPERTORIO CONTEMPORANEO, INVITATO, TRA GLI ALTRI, DAL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA, DALLE WIENER FESTWOCHEN E DALL’ORCHESTRA DEL TEATRO LA FENICE. NEL 2002, AL CENTRE IANNIS XENAKIS DI PARIGI, REALIZZA GILLES PER VIOLINO E LIVE ELECTRONICS, CHE VIENE ESEGUITO IN PRIMA A SALISBURGO DA FRANK STADLER E REGISTRATO DALLA RADIO ORF.
SEGUONO ESECUZIONI ALLE FESTE MUSICALI E AL ROSSINI OPERA FESTIVAL, CONCERTI COME DIRETTORE A SETTEMBRE MUSICA E NUOVA CONSONANZA, CONFERENZE E SEMINARI ALLA FONDAZIONE ARTURO TOSCANINI, AL CONSERVATORIO DI SAN PIETROBURGO E ALL’ACCADEMIA DEL TEATRO ALLA SCALA.
IL TRIO DI PARMA ESEGUE A LA DOCE OMBRA E SIEGFRIED MAUSER PRESENTA UN SUO RITRATTO DI COMPOSITORE ALLA BAYERISCHE AKADEMIE DER SCHÖNEN KÜNSTE DI MONACO.
ALLA GUIDA DELL’EX NOVO ENSEMBLE E DELL’ÖSTERREICHISCHES ENSEMBLE FÜR NEUE MUSIK, È OSPITE DEI FESTIVAL MILANO MUSICA, MITO SETTEMBRE MUSICA, BOLOGNA FESTIVAL, GUSTAV MAHLER MUSIKWOCHEN E DELLA FONDAZIONE CINI. I CONCERTI VENGONO TRASMESSI REGOLARMENTE DALLA RAI NEI PROGRAMMI RADIOFONICI DI RADIO3 SUITE.
NEL 2012 FUGGENTE PER MEZZOSOPRANO E STRUMENTI OTTIENE IL PREMIO INTERNAZIONALE PER LA MUSICA DELL’ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI.
NEL 2016 IL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA GLI COMMISSIONA ODE ALLA LUCE, PER ORCHESTRA, DIRETTA DA MARCO ANGIUS NELLA STAGIONE INAUGURALE DEL FESTIVAL BOLOGNA MODERN. DURANTE LO STESSO FESTIVAL, MAURIZIO GIANI, STEFANO LOMBARDI VALLAURI, NICOLA SANI E ALESSANDRO TAVERNA PRESENTANO IL CD MONOGRAFICO “ALBERTO CAPRIOLI – ARIA BIZANTINA”, EDITO DA STRADIVARIUS. NEL DICEMBRE 2016 IL CD VIENE PRESENTATO ALL’ATENEO VENETO DA CLAUDIO AMBROSINI E MARIO MESSINIS.
NEL 2017 PARTECIPA ALLA DESIGN WEEK CON UN PROGETTO MULTIDISCIPLINARE SU SCHUBERT, NONO, CAGE. IL BOLOGNA FESTIVAL GLI COMMISSIONA ADAGIO ESTATICO, PER VIOLA SOLA, ESEGUITO IN PRIMA DA ALBERTO BELLI NELL’AMBITO DELLA RASSEGNA “IL NUOVO E L’ANTICO. STOCKHAUSEN DIECI ANNI DOPO”.